• Dott. Antonio Silvestrini
  • Dott. Nicola Napolitano
  • Modalità: Online/In Aula
  • Durata del corso: 14 Mesi

Valutazione

Ecellente /
5/5

INFORMAZIONI SUL CORSO

L’arte terapia utilizza in modo privilegiato modalità espressive non verbali, con la finalità di promuovere il recupero e lo sviluppo del lato creativo dell’individuo sul piano psicosociale, affettivo e cognitivo, e quindi delle sue capacità di relazione e comunicazione. L’arteterapia ha origine dal connubio psicanalisi-arte. Estrapola da entrambe le discipline, teorie e tecniche, funzionali al processo terapeutico creando uno spazio intermedio in cui queste si integrano; ed e’ proprio in questo spazio che nasce l’identita’ stessa dell’arteterapia.
In questo contesto l’arteterapista e’ una figura che tramite un percorso teorico-pratico ha acquisito una vasta conoscenza della comunicazione non verbale, del processo creativo ed artistico. Essa si propone di creare un’ambiente atto a facilitare l’espressione e l’elaborazione di emozioni e vissuti profondi promuovendo la relazione e l’interazione.
Accompagna e sostiene le persone nel loro percorso espressivo, di riscoperta e approfondimento delle capacità creative individuali; percorso nel quale verranno elaborati i contenuti simbolici emersi attraverso le immagini, con l’intento di promuovere un processo di sviluppo personale. L’arteterapeuta offre aiuto e sostegno nell’uso dei materiali e delle tecniche, e affianca il cliente per creare uno spazio/contenitore dove essi possa sentirsi in un “ambiente sicuro”.
E’ compito dell’arte-terapista stimolare ed aiutare le persone a valorizzare i mezzi personali e la creatività di cui ciascun essere umano è naturalmente provvisto, insieme al potenziale trasformativo di ciascuno, considerando che il processo creativo permette l’integrazione tra conscio e inconscio, coinvolgendo l’esperienza individuale in modo totale.

Domande e Risposte

L’Arteterapista, così come viene formato ed instradato, attraverso il nostro Ente, otterra’, al termine, una preparazione altamente superiore alla media di altri, eguali, istituti della penisola , e un Diploma Regionale di qualifica, che come tale,e’ spendibile in piu’ contesti e a più livelli. Dall’insegnamento, alla riabilitazione e alla terapia, il professionista potra’ operare in ambiti di intervento che spaziano dalla sfera psico-neurologica ( ritardo mentale – disabilità motorie – demenze- psicosi) ai disturbi dell’umore , del comportamento a quelli degenerativi come morbo di Parkinson. Il professionista sara’ impegnato in progetti volti alla prevenzione, nonché’, all’integrazione dei soggetti diversamente abili nella scuola dell’obbligo, negli istituti di osservazione e detenzione minorile, negli ospedali per bambini, nelle strutture per anziani, nei dipartimenti di Igiene Mentale, nelle Comunità Terapeutiche per tossicodipendenti, nei centri sociali per portatori di handicap, nei servizi di assistenza alle persone e negli istituti che operano in campo riabilitativo.

L’Arteterapia, come hanno dimostrato le recenti scoperte, ha un ruolo fondamentale nel recupero psicofisico dopo un periodo stress, o ansiogeno, dei disturbi gastrointestinali legati al cancro e il recupero dopo lo sforzo fisico o emotivo. Giocare con le immagini e con i loro simboli, conoscere le fasi evolutive dei processi mentali e le dinamiche relazionali consentono di entrare in contatto con la persona e di comprenderne la complessità.

A tutti quei soggetti che, unitamente, ad una cultura, almeno di scuola secondaria superiore, posseggono una sensibilità atta a condividere emozioni, nonché attitudini comunicative.

E’ fondamentale che il soggetto abbia le capacità, o la voglia di approfondire le competenze necessarie a saper creare una relazione con il singolo, nonché’ con più fasce sociali che hanno bisogno di benessere e cura.

Diploma di scuola media superiore e capacità di instaurare con il paziente un rapporto di fiducia per mantenere sempre attiva la sua partecipazione alle pratiche di arteterapia.

Arteterapeuta

Perché l’Ente che propone il percorso formativo è passato al vaglio dell’amministrazione pubblica che controlla gli enti di formazione e rilascia titoli di qualifica.

L’Ente erogante ha tutte le certificazioni e le competenze richieste dalla L.R. 28 marzo 1987 n.19 e la L. 485 del 21 dicembre 1978. Perché l’iscritto allo specifico corso ottiene un titolo pubblico rilasciato dalla Regione dove è ubicato l’Ente erogante è non è concesso da una libera associazione.

Perché i docenti sono selezionati in funzione dei titoli professionali relativi alle classi di concorso così come richiesti per le scuole accreditate da Ente Pubblico.

Perché il titolo (DIPLOMA DI QUALIFICA) è rilasciato in virtù della legge 485 ed è spendibile in Italia e nell’Europa Unita.

Perché l’Ente è Centro di Esami – BP (BUSINESS PARTNER) del KIWA CERMET ITALIA S.p.A. Ente Certificatore Primario al in Italia e nel Mondo; Al BP (BUSINESS PARTNER) in virtù della legge 4/2013 si può chiedere di sostenere l’esame di PROFESSIONISTA CERTIFICATO per relativo titolo di studio posseduto; Perché l’Istituto erogante della formazione è situato in una location raggiungibile facilmente con auto – treno – aereo e nave;

Perché l’Ente da la possibilità, su richiesta specifica del cliente, di affrontare gli studi con diverse modalità di apprendimento: frontale in aula, on line a distanza con una piattaforma per comunicare con i docenti e la segreteria a mezzo telefono, on line e in video conferenza.

L’Ente da la possibilità di rateizzare i costi dei corsi su misura del richiedente con varie modalità: bollettini postali, bonifici, assegni, carta di credito e contanti Perché l’Ente è Certificato ISO 9001-2008 per rilascio delle certificazioni di competenze

Subito dopo che AFIW ci rende edotti della tua richiesta lo staff amministrativo dell’Ente ti contatterà subito telefonicamente e ti invierà via email informazioni sul percorso formativo, validità del titolo, tempi e costi

L’Istituto è nato nel 1988 e statisticamente abbiamo un riscontro di coloro che hanno superato la prova di esame è pari al 99,6% in quanto i discenti, attraverso una pedagogia e mezzi tecnici e telematici di avanguardia, di avanguardia riescono ad affrontare positivamente gli esami.

Il corso è autofinanziato, e a scelta, lo si può pagare sia in un’unica soluzione che ratealmente e con ogni mezzo di pagamento (bonifico bancario, bollettino postale, assegno di c/c, pos). A richiesta si offre anche la possibilità di personalizzare altre forme di rateizzazione.

L’Istituto gradisce un rapporto diretto, in aula con il discente al fine di creare anche un clima di amicizia collettiva, non solo con il personale docente ma anche con i pari discenti e con il personale non docente per rimanere un clima positivo per un rapporto duraturo ed amichevole nel tempo.

Per coloro che, per varie ragioni non possono frequentare in aula, possono optare per le lezioni on-line e video-conferenza come se si trovasse in aula.

Al superamento dell’esame viene rilasciato il diploma di qualifica professionale ai sensi della L.R. 28 marzo 1987 n.19 per cui è un titolo pubblico ed è spendibile, per legge in tutt’Italia e nella Comunità Europea. Inoltre, è riconosciuto dall’ ANP e per cui si ci può iscrivere per le credenziali che fornirà l’AFIW. E’ valevole per esercitare la professione alla luce della legge 4 – 2013 – Nuove Professioni.

La qualifica si ottiene dopo un corso della durata di 14 mesi comprensivo di lezioni teoriche, seminari monotematici e tirocinio in strutture socio-sanitarie. Al termine del percorso didattico Il professionista dovrà’ sostenere un’esame strutturato in un set di domande con risposte a scelta multipla sugli argomenti trattati nel programma e la discussione di un’elaborato da lui redatto su un tema scelto e relativo anch’esso al materiale trattato.